domenica 31 ottobre 2010

Ho fatto una stupidata ma non sono uno stupido

Ebbene si, mi sono reso conto di aver fatto una grossa stupidata ed ora ne sto pagando le conseguenze.

Questa è la storia.
In primavera ho fatto una consulenza ad un ragazzo che stava cercando una via per guadagnare Online.
Parlammo di tante cose relative all'Internet Marketing ed alla fine scoprii che aveva buone doti analitiche, era ironico e che scriveva molto bene.

Ed ecco rispuntare la vecchia idea mai veramente percorsa da nessuno sino in fondo, "le recensioni".



Ne parlammo al telefono (non aveva skype) per un'ora buona, e gli comunicai diversi consigli fra cui l'essere sempre "schietto" nelle sue analisi senza mai cadere nella banalità e nel "servilismo" per nessuno e per nessun prodotto.

Gli dissi, mi ricordo bene, che una voce critica e sincera avrebbe certamente dato qualità al suo servizio e che avrebbe anche potuto in seguito farne una vera e propria attività da proporre ai Marketer del Web nelle occasioni delle promozioni dei loro prodotti.
Anche a loro avrebbe fatto comodo avere nelle loro pagine di vendita un feedback rilasciato da una voce competente.

Poi arrivò la Stupidata.
Mi chiese di acquistare per lui un dominio dove organizzare il proprio sito. Mi disse di non avere la disponibilità di una carta di credito per motivi personali.

Al telefono mi ero fatto l'idea di una persona seria con qualche problema economico e accettai di dargli una mano sino in fondo. Ero solo all'inizio del mio servizio e mi lasciai convincere molto facilmente. La voglia di dare un buon servizio ad un cliente mi prese la mano.

Acquistai il dominio in tutta tranquillità inserendo tranquillamente tutti i miei dati sensibili compreso la mia Partita Iva. Ero tranquillissimo. Fatto il lavoro gli consegnai gli accessi e le password per poter essere autonomo. Ero e sono tuttora convinto di aver fatto un buon lavoro dando al mio cliente un buon servizio "chiavi in mano"; ed anche il dominio era stata una scelta felice per l'uso a cui era dedicato: Contropelo.com.

3/4 ore di consulenza telefonica più il dominio non mi furono mai pagati ed anche questo non mi preoccupò più di tanto.

Per un paio di mesi tenni controllato quel sito per verificare se il ragazzo avesse fatto buon uso dei miei consigli, ma il sito è sempre stato inattivo. Alla fine pensai di aver buttato al vento consigli e denaro per la solita persona che crede di iniziare senza poi fare nulla di concreto e lasciai perdere.

A distanza di mesi rientrando da una trasferta di lavoro durata qualche giorno (questo capitava l'altro ieri), trovai "la bella sorpresa". Il mio indirizzo mail inzuppato di commenti "poco carini" da parte di alcuni fra i migliori Marketer Italiani. Fra questi anche persone con cui collaboro da mesi e con cui, proprio in questi giorni, si stava valutando il marketing di un mio nuovo prodotto.

All'inizio, istintivamente, risposi ad ugnuno di loro chiedendo spiegazioni; poi contattai di persona il mio referente dell'azienda con cui collaboro per "capire".

Non è stata una bella notizia e non ho trascorso una bella serata.

Ecco cosa sarebbe successo.
Sul sito Contropelo.com sarebbero stati pubblicati articoli, che definire critici sarebbe inopportuno, indirizzati a tutti i migliori marketer del momento. Uso il condizionale perchè io non ho avuto la possibilità di leggere nulla. Quando sono entrato nel sito, era già tutto oscurato.

Immagino ed ipotizzo che l'autore sia stato spaventato dalle reazioni ed abbia deciso di cancellare tutto.

Chiaramente ora la responsabilità di tutto stò casino viene addebitata a me.

Certamente ho fatto una grossa cazzata ma non mi ritengo uno stupido e ti spiego il perchè.

1-Sarei certamente uno stupido ad alzare uno polverone di questo tipo dopo aver lavorato mesi e mesi per crearmi una credibilità online.

2-Sarei certamente uno stupido ad attaccare anche l'azienda per cui lavoro e che mi paga. Così come sarei uno stupido ad attaccare colleghi con cui opero quasi giornalmente e da cui traggo indubbiamente benefici.

3-Sarei certamente uno stupido a creare un sito di accusa registrandolo a mio nome con tutti i miei dati accessibili a tutti.

4-Sarei certamente uno stupido ad attaccare i migliori in questo modo precludendomi così la possibilità di creare in futuro Joint Venture per i miei prodotti. Si, perchè io sono un'autore e tutti i Marketer sono potenzialmente dei miei alleati. Avrebbe quindi senso attaccare tutto e tutti senza prima coprire la mia identità?

5-Ho pronti due prodotti che dovrebbero uscire prima di Natale. Uno per l'editore con cui opero ed uno da proporre in Joint Venture. Un anno di lavoro messo a rischio? Si, sarei proprio uno stupido totale.

6-Mi è stato detto che il sito era un Blog Wordpress fatto chiaramente da un professionista. Io sono un autore di contenuti e non so nulla di linguaggi di programmazione e non so nulla di Wordpress; lo dimostra il fatto che il mio Blog è sulla semplice piattaforma Blogger e non è certamente un blog stilisticamente in testa alle classifiche.

Dopo tre anni di studi e sacrifici, proprio nel momento della raccolta, sarei uno stupido a rischiare tutto.

No caro amico e collega Marketer, io non ho nulla a che vedere con quanto scritto (anche se non ho avuto la possibilità di leggere) nel blog di contropelo.

Ho certamente fatto una colossale stupidata ma non sono uno stupido.

Flavio Carretti
(Flavio61re)

1 commenti:

Anonimo ha detto...

lei è un matto buonuomo

Posta un commento

Ritenetevi liberi di esprimere totalmente il vostro pensiero. Unica raccomandazione, siate seri e misurate le espressioni.